Gate 32

Fermati!

E come in un thriller il mio cuore si ferma. Il sangue si gela nelle vene.
Sono dieci anni che non sento quella voce.
E l’ultima volta non è stato affatto piacevole.

Fermati!

Rallento il passo, ma non di molto.
Del resto ho un aereo da prendere. E quello non aspetta i fantasmi che tornano dal mio passato.
Continuo a camminare, ma le sue gambe sono più lunghe delle mie.

Non credevo che fosse necessario rincorrerti anche adesso…

– Ti ho forse chiesto di farlo?

E secondo te rinuncio all’occasione di rivedere la mia ex amante preferita?

– Ma… preferita in quanto amante o in quanto ex?

Domanda stupida. Sicuramente da non fare. E ancor più sicuramente da non fare a questo uomo.
Un attimo di silenzio. Un lampo in uno sguardo.

Uhmmm… entrambe le cose. Sei la donna che ogni uomo vorrebbe per sé, ma sei anche peggio del napalm. Però non ti odio più, sai?

Riprendo la mia valigia e attaverso il gate.
In bocca il disgusto di un cibo maldigerito.
Dieci anni prima.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Fabulae

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...