Cristiano

Ci siamo conosciuti al secondo anno di università e siamo stati buoni amici finché abbiamo preso strade diverse.

Le lezioni di Istituzioni di fisica teorica (Istituzioni, per gli amici) erano alle 8 del mattino, orario impossibile.
Il primo che arrivava teneva il posto per tutti. Non credo di esser mai stata io ad avere questo onore/onere. E neppure Cristiano.
A dirla tutta eravamo sempre gli ultimi due.

Per questo eravamo sempre seduti vicini.
E allora io mi divertivo a sbottonargli la camicia per poi infilarci una mano a solleticargli la pelle.
Così, per vedere la faccia che faceva.

E lui ogni due secondi mi sibilava di smettere.
Ma non ha mai allontanato la mano.
Mai.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Fabulae

2 risposte a “Cristiano

  1. ma riuscivi a seguire la teoria ?
    come è andato l’esame ?

  2. collezionediuomini

    @branzino: certo che seguivo… mica ero io quella che veniva distratta, no? 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...