La conta

Via Vitruvio, esterno, giorno.
Passi veloci per non perdere un treno.

Umpf, ti ho fatto godere poco la scorsa notte…

– Eh?

Sì, ti ho fatto godere poche volte

– Non mi pare, non lo so… Lo sai che non tengo il conto degli orgasmi… Non foss’altro perché lo perderei molto presto.

Poche volte, ti dico. Con la lingua solo cinque volte.

Autocommento: surreale

Annunci

6 commenti

Archiviato in Fabulae

6 risposte a “La conta

  1. cazzo. ops… parolaccia. per lui era solo una questione di quantità…

  2. Anonimo Veneziano

    Posso provare io a fare di meglio?

  3. Uomo da collezione

    (sospiro)

  4. Ahi ahi ahi… Argomento da censura! 🙂 Il mio post di oggi, invece, … 🙂

  5. collezionediuomini

    @branzino: solo? ho detto solo? 😉

    @fabio: torto, professore… torto… 😀

  6. Gra56

    @branzino:kathomai… stupore…meraviglia.Mai parolaccia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...