Perdere il controllo

Un forte austriaco a picco su un lago. Feritoie come finestre. Fumo perennemente a mezz’aria.
Sempre buio, di giorno come di notte.

Tappa di molti giri in moto. Un po’ per la suggestività del posto.Molto di più per la bontà della birra e del Forest Schinken da mangiarsi rigorosamente con il pane di segale.

Mi siedo sulle tue ginocchia, ti bacio e, dopo un po’, infili una mano sotto la mia gonna.
Sorridi, poco o niente stupito, dal trovarmi senza mutandine.
Incominci a sfiorarmi e una sorta di elettricità mi attraversa da testa a piedi.
Più che eccitazione, desiderio di eccitazione. Più che desiderio, desiderio del desiderio.
Sehnsucht
.
Non so come riesci a penetrarmi, ma dopo il primo istante di stupore, inizio a contrarre i muscoli per sentirlo di piu’.
L’orgasmo arriva, violento, inaspettato.

Tu sorridi.
Per questa volta hai vinto tu.

Annunci

6 commenti

Archiviato in Fabulae

6 risposte a “Perdere il controllo

  1. collezionediuomini

    @fabio: la successiva? uhmmm… interessante.
    vedrò di raccontartela, prima o poi 😉

  2. Naaaa, gli dici che ha vinto per farlo contento, ma eri tu quella senza mutande seduta sulle sue ginocchia.

  3. L’arte dell’assenza. Il desiderio si fa insostenibile. Maestra assoluta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...