Sorpresa

Pensavi di stupirmi.
Pensavi si stupirmi facendoti trovare in poltrona nudo ed eccitato al mio rientro dal lavoro.
E ci sei rimasto un po’ così, quando mi hai visto passare oltre senza nemmeno salutarti.

E sei stato tu a stupirti quando mi hai visto tornare, altrettando nuda, con in mano il mio vibratore preferito, quello comprato a Parigi tanti anni fa.

Mi son seduta in braccio a te dandoti la schiena e prendendomi quello che, forse, si sarebbe potuto dire un rapporto sodomitico.
Anche se, in realtà, a muoversi c’era solo il vibratore, in un crescendo di piacere.

E’ stato molto piacevole.
E anche divertente.

Ma non ci provare mai più a venire in casa mia non invitato.
Ché è vero che hai le chiavi, ma questa non era un’emergenza.

Annunci

10 commenti

Archiviato in Fabulae

10 risposte a “Sorpresa

  1. Forse per lui lo era, un emergenza, intendo… 😉

    —Alex

  2. A napoli si usa dire “A chi mett’ a copp'”.
    Ovvero: Fare in modo da rincarare, rilanciare ma anche, letteralmente: chi si mette sopra.
    Mi pare adatto.

  3. Marcus

    E lui? A lui non hai pensato?

  4. Marcus: chi? il vibro?

    Collz: Quando si dice: geniale!!!! E lui che ha fatto? (il tipo intendo..!)

  5. trovata niente male, collezione.
    la prossima volta caccia direttamente un amante invece che il vibratore.
    magari esce un bel menage-a-trois.

  6. In poltrona?
    Poteva almeno aspettarti in piedi, dietro la porta…

  7. Mi è piaciuto soprattutto il ché accentato. Sul rapporto sodomitico non mi pronuncio, ché sono un bravo guaglione che subito arrossisce.

  8. Che screanzato!
    Che impunita!
    Ma magari il vibratore potevi darlo a lui, intendo, potevi imporlo a lui…
    ma c’è il rischio che dovevi fargli una diffida con restrizione di 300mt intorno al tuo appartamento …

    Jo estoy listo!
    hasta luego cariñita!

  9. Oh mamma! E’ uno dei post più ganzi che tu abbia scritto… Ma attenta a qualche orrore di battitura… 🙂

  10. @Fabio: Chiedo scusa, sior maestro… ma li faccia ‘sti benedetti segni con la matita rossa, ché altrimenti mica li trovo gli errori, io! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...