Archivi del mese: aprile 2009

Lettera aperta

Caro tu, uomo belloccio che credi che questo basti ad essere affascinante… che compari ogni volta che arrivi in città e credi che basti comunicarmi la tua volontà di venire a letto con me perché io mi sciolga ai tuoi piedi… che sei così pieno di te da non aver ancora capito che se ho sempre altro da fare non è esattamente un caso… che confondi le cortesie del normale vivere civile con attenzioni specialissime ed esclusive rivolte solo a te… che pensi che riempirmi di complimenti al limite del ridicolo ti renda irresistibile…
proprio tu, bello mio, vieni qui che ti spiego un paio di cose.

Di uomini a letto me ne sono portati più di un paio.
Per gioco. Per diletto. Per noia. Per passatempo. Per millemila altre ragioni della cui ragionevolezza mi guardo ben di ragionare.

Per aiutari ad orientarti eccoti qui un semplice schemino:

  1. Ci sono gli amanti. Essere amanti è una sorta di rapporto esclusivo per finta. E anche il sesso è esclusivo per finta.
    E’ una sorta di palcoscenico dove si recita una relazione, che può durare anche molto tempo, ma che alla fine non è mai vera. Ché non è mica quella le persona con cui si vuol percorrere un pezzo di strada.
    Ci vuoi solo scopare.
    Ma la messinscena ha comunque un suo perché.
  2. E poi gli amanti occasionali. Ovvero le caramelle da scartare.
    In ogni accezione del verbo.
    Sì, perché non si ha mica sempre voglia di star a metter su palcoscenico e scenografia e fare gli amanti davvero.
    Per rivedersi bisogna aver voglia di parlarsi… e aver qualcosa da dirsi.
    E non è poi così facile.
  3. E infine i trombamici. I trombamici sono rari ma fantastici.
    Son quelle cose che ci si trova al bar a mangiare un toast di corsa e ci si dice Ma perché invece di tornare a lavorare non andiamo a scopicchiare un po’?. E’ la leggerezza allo stato più puro perché non ci si fan domande e tantomeno si cercano risposte. E c’è la conoscenza e la confidenza che solo l’amicizia può dare. Il malus? Il malus è che a volte succede che si confonda questo tipo di rapporto con l’amore. E lì son cazzi amari.

E poi ci sono gli aspiranti amanti, quelli in fila con il numerino.
Come al bancone salumeria, più o meno.
Quelli come te, che in fila ci resteranno fino al prossimo anno santo.

E’ più chiaro, adesso?

Annunci

21 commenti

Archiviato in Fabulae

Il premio Symbelmine

premiosymbelmineIo non so mica cosa sia venuto in mente a Sophie Boop… ma mi ha tirato in questa catena si sant’Antonio.
E poi… anche la mia Penelope

Signore mie, sono onorata…

Insomma il giuoco funziona così: ora che sono stata insignita del premio-link, lo condivido con altri 7 blog meritevoli, che dovranno a loro volta linkare il blog che ha consegnato il premio e premiare, comunicandolo agli interessati, altri 7 blog meritevoli.

I meritevoli?
Ma i miei adorati amici, of course!

  • Penelope, che amo oltre ogni cosa
  • alf**, che se non fosse gay mi metterei in coda e prenderei il numerino
  • l’aquilone, perché come vola lui nessun altro
  • il sior maestro, ché quando lo leggo mi si stappa il mio mononeurone
  • Alex, che mi ricorda per modi, usi e maniere un uomo che, forse non ho amato, ma di sicuro mi è piaciuto molto
  • Brix, che sa sempre amare quello che è e quello che fa.
  • l’avvocatessa, che non si può fare a meno di leggerla

Et voilà!

5 commenti

Archiviato in Dediche