Archivi tag: giacca

Nero. Liscio. Lucido.

Nero. Liscio. Lucido.
E’ il plug dell strap-on che ho infilato dentro di me prima di uscire.

Sopra una lunga giacca di shantung di seta grigia.
Altrettanto liscia. Altrettanto lucida.

Col collo alla coreana e settemilaottocentoventitre bottoncini piccoli piccoli.
Son quelli che permettono di indossare la giacca come se fosse un vestito, senza bisogno di nient’altro sotto.

Cena in un ristorante creolo.
Per inciso temo di aver mangiato del coccodrillo, oltre al jambalaya.
Ma da tempo ho imparato a non fare domande le cui risposte potrebbero non piacermi.
E mi son ben guardata dal chiederlo di che origine fosse quella strana carne biancastra.

Passeggiata lungo la baia. E’ sempre freddo lungo la baia, ma lo spettacolo vale il dazio da pagare.

Ci sediamo su una panchina in un angolo un po’ riparato dal vento.
Chiacchiere e risate.

Nero. Liscio. Lucido.
Ammutolisci quando lo vedi alla luce di una luna malata.
Mi guardi.
E senza staccare gli occhi dai miei inizi a leccarlo piano piano.

La serata promette bene…

Annunci

11 commenti

Archiviato in Fabulae

Usi alternativi di una giacca

Giacca di lino.
Blu, se non ricordo male.

E un traghetto a portarci in un’isola vicina.
Seduti vicini, l’aria in faccia.

La giacca buttata, distrattamente, sulle ginocchia.
E la mia mano che, sempre distrattamente, si infila sotto la giacca. Risale lunga la tua gamba e si infila, altrettanto distratta, sotto il cinturino dei tuoi pantaloni.
Altrettanto di lino.

Chiudi gli occhi per una frazione di secondo, ma poi riprendi la tua impassibilità.
E la mantieni anche quando, dopo un po’, la mia mano si ritira completamente bagnata.

Una sirena, il traghetto attracca.
E una nuova vacanza incomincia.

8 commenti

Archiviato in Fabulae