Archivi tag: gioco

A domanda risposta

– Ma tu mi scoperesti?
No, non ti scoperei.
– E perché?
Perché no.
– Ma, nella remota possibilità che tu cambiassi idea, come lo faresti?
Ti legherei a una sedia. Mani e piedi.
– Ma perché?
E poi ti benderei.
– Ma poi mi faresti male?
– (risata)
– Davvero… mi fa paura l’idea del dolore…
No, proveresti molte sensazioni, ma nessun dolore.
– Uhmmmm…. Ma non lo farai, vero?
No. Assolutamente no.
– Però lo sai che baci benissimo?
Certo che lo so.
– Ma ce qualcosa che non sai?
Che ore sono?

4 commenti

Archiviato in Fabulae

Luis

Mezzo canadese, mezzo americano.
E non ho mai saputo dire quale delle due metà fosse a peggiore.

Però era affascinante Luis, con le sue mille storie da raccontare e le sue ingenuità da americano che sgrana gli occhi davanti a qualsiasi cosa che abbia più di trent’anni (non io, non allora… NdA 😉 ).

Le sue bugie, alle quali facevo finta di credere.
Le mie bugie, alle quali lui faceva finta di credere.
In un gioco delle parti fine a se stesso, ché nessuno dei due chiedeva niente all’altro.

La leggerezza di minuetto danzato in punta di dita. Una partita a scacchi fatta di pezzi che andavano e venivano in barba a ogni regola e convenzione.

E poi… e poi abbiamo smesso di cercarci.
Il gioco è bello fiché dura poco.

4 commenti

Archiviato in Fabulae

Le regole del gioco

Ogni gioco ha le sue regole.
Regole che non possono essere infrante, pena la rottura del gioco medesimo.

La prima, senza dubbio, è mai innamorarsi.

Il seduttore non deve mai perdere il controllo, mai lasciare che il gioco gli sfugga di mano.
Non c’è niente di più patetico di un seduttore che si lascia trascinare.

4 commenti

Archiviato in Regole