Archivi tag: multiorgasmo

Do ut des

Una cosa è godere nel far godere, altra è godere nel farsi godere.

(NelsonCocker)

Si è più egoisti a pensare al proprio piacere o a dominare il piacere dell’altro?
O, vista dall’altra metà del bicchiere, si è più generosi a regalare all’altro qualche orgasmo o a concedergli il proprio piacere?

Ché scoparsi qualcuno non significa necessariamente voler godere del suo corpo e/o permettergli di godere del proprio.
Il gusto, a volte, sta solo nella conquista. Nel vedere com’è. Nel far scoprire le carte.
A volte è quello di governare il piacere dell’altro senza concedere niente di sè.
Altre infine è prendersi tutto, offrendo all’altro il piacere dello show.

Ché poi alla fine l’importante è solo stare dalla parte giusta: la propria.

A proposito, avete mai conosciuto un uomo multiorgasmico?
Interessante, decisamente interessante.

Annunci

15 commenti

Archiviato in Fabulae

Orgasmi

La splendida Penelope, commentando questo post ha scritto:

(…) si va a migliorare ulteriormente anche oltre i 40. Cambia ancora qualcosa di altro, qualcosa che ha a che fare con il senso del piacere e con la capacità di dilatare l’orgasmo non nel tempo, ma nel corpo e nella mente (il proprio e l’altrui).

Ricordo ancora il mio primo orgasmo.
Mia madre ne aveva piene le balle di avermi tra i piedi e quindi mi aveva mandato a riordinare la mia camera e quella di mio fratello.
E’ stato così che mi è capitato in mano un foglio strappato coon un racconto erotico.
Si parlava di masturbazione.
Alla fine della lettura avevo stabilito che sembrava interessante (l’ho già detto che ero strana fin da piccola…) e quindi mi sono messa sul letto di mio fratello a provare.
Ricordo ancora quell’inesperto piacere che cresceva timidamente e quel primo orgasmo acerbo.

Il primo pensiero successivo è stato ma… non è che se ne può aver di più?.

E io che ero una sperimentale fin da allora ho provato e riprovato (non tutto nello stesso giorno, per Giove pluvio!) fino a scoprire che di orgasmi se ne potevano avere due, tre, quattro… enne uno in fila all’altro e uno diverso dall’altro.
Eureka!

Se ero cervellotica allora, adesso, se possibile, sono anche peggio.

Ché, a distanza di sei lustri, dell’orgasmo come esplosione sensoriale non me ne frega più niente.
Il vero orgasmo è quello cerebrale.
E’ quello di concedere al tuo cervello di perdere le redini. E’ quello di prendere le redini del cervello altrui.

E’ giocare con il cervello che resta sempre interessante.
Sempre di più, come diceva Penelope.

10 commenti

Archiviato in Lezioni

La conta

Via Vitruvio, esterno, giorno.
Passi veloci per non perdere un treno.

Umpf, ti ho fatto godere poco la scorsa notte…

– Eh?

Sì, ti ho fatto godere poche volte

– Non mi pare, non lo so… Lo sai che non tengo il conto degli orgasmi… Non foss’altro perché lo perderei molto presto.

Poche volte, ti dico. Con la lingua solo cinque volte.

Autocommento: surreale

6 commenti

Archiviato in Fabulae