Archivi tag: parco

Eclissi nel parco

Stamattina ero in ritardo. Più del solito intendo.
Però mi piaceva l’idea di fare un’altra strada. E poi tutti aspettavano l’eclissi. E non avevo nemmeno troppa voglia di lavorare.
E allora ho deciso di allungarmi ad attraversare il parco.
Era davvero troppo tempo che non lo facevo. Che non me la ricordavo proprio la sensazione dell’erba gelata sotto i piedi.
Il bianco velo che la ricopre in un gelido abbraccio. Il delicato scricchiolio degli steli che si piegano sotto i miei passi. Un passerotto che saltella qua e là.
Ho sorriso. Ed era davvero troppo tempo che non sorridevo al mattino presto.
Ho alzato gli occhi e, incredibilmente, si vedeva il sole.
Il sole che stava andandosene dietro la luna.
Alchimia d’altri tempi capace d’incantare sempre.
Ecco, non so se poi sia stata la fascinazione del momento o più prosaicamente l’erba gelata, ma d’un botto mi son trovata sulla nuda terra.
Non faccio in tempo a smettere di ridere che un’altra ombra, ben più incombente di quella della luna, mi si para davanti:
– Scusi, le è successo qualcosa? Ha bisogno di aiuto?
Certo che no!
– Ma cosa fa lì per terra?
Sto guardando l’eclissi, che altro dovrei fare? Piuttosto, vuol partecipare?
– Solo se dopo mi accompagna a bere un caffè!
Se proprio insiste…

4 commenti

Archiviato in Fabulae

Due passi nel parco

E finalmente anche novembre è quasi finito. 
E’ triste novembre, con le sue giornate corte e bigie che vorrebbe già esser inverno ma non può.

Passeggiare in un parco dopo giorni di pioggia, con le foglie, un tempo lussureggianti di verde, ridotte ormai a morchia.
Ed è già uno sforzo anche solo pensarlo.

Cosa fai stasera?

Stasera è lontanissimo, quando il buio comincia presto. Quando fa freddo. Quando si ha voglia solo di un the caldo alla cannella.

Senti, posso avere l’onore della tua attenzione?

Ci sono poche cose che mi irritano più dell’ironia mal riuscita.

– Eh? Dicevi? Dove sarò stasera? Uhmmm… non lo so di preciso.
Ma, molto probabilmente, sarò dove vorrò essere o, quantomeno, molto vicino.
Ci vediamo, eh?

4 commenti

Archiviato in Fabulae